feb 032015
 
Cari colleghi,
a seguito della nostra più che circostanziata nota prot. 04-15 del 29 gennaio u.s., la DCRU ci ha fatto pervenire il Chiarimento Art.47, nel quale sono fornite alcune indicazioni, ma nessuna risposta alle nostre richieste.
Nonostante il tentativo di cercare, in via bonaria, di risolvere le problematiche esistenti (che, ripetiamo, sono da imputare solo a colpe dell’Amministrazione), che si è poi manifestato vano; nonostante la formale e motivata richiesta di sospendere il provvedimento previsto per il 2 febbraio e di incontrare le OO.SS. in merito, rimasta disattesa; l’Amministrazione non manifesta alcuna intenzione e interesse nel correggere un proprio sbaglio senza che a rimetterci siano i colleghi.
In data 31.01.2015 abbiamo, pertanto, provveduto a notificare la richiesta di sospensione e diffida all’Amministrazione pubblichiamo.
Se anche questa richiesta rimane inascoltata, queste OO.SS. si riservano di adire le vie legali
Le Segreterie SindirVVF e APVVF
gen 302015
 

Cari colleghi,

forse molti di voi non sono al corrente di una problematica che sta investendo i colleghi direttivi che prestano servizio nell’area romana, Comando Provinciale escluso, e che queste OO.SS. hanno affrontato e stanno cercando di risolvere.
Come noto, il D.Lgs. 217/05, all’art. 47, ha imposto come requisito per la scrutinabiltà per l’ammissione al corso dirigenziale, che il personale direttivo abbia svolto 2 anni di comando effettivo; a tal fine, sempre il 217, ma all’art. 42, imponeva che i colleghi in prima assegnazione fossero inviati presso strutture periferiche e dovessero restarci per almeno 2 anni.
Quello che è accaduto nella realtà è che, a 217 vigente, alcuni colleghi sono stati assegnati, invece, direttamente agli uffici centrali oppure altri fatti rientrare, a seguito di mobilità, ma sempre agli uffici centrali, prima del completamento dei due anni.
A nulla è valso il fatto che, in questi anni, in occasione della mobilità nazionale (ma anche una straordinaria per l’area romana), i colleghi abbiano fatta domanda di trasferimento al comando, motivandola anche con questa necessità.
Il 31/12/2014 è poi scaduta la proroga delle disposizioni transitorie di cui all’art. 168 del D.Lgs. 217
Dopo anni di silenzio, la soluzione dell’Amministrazione è quella di una “assegnazione temporanea al Comando di Roma”, in deroga alla tempistica prevista dall’art.42 del regolamento di servizio, affidando al Comandante di Roma il compito di organizzare questo contingente di circa 38 direttivi.
Dai conti fatti da queste OO.SS,  i colleghi che devono svolgere l’intero periodo dei 24 mesi, iniziando il 2 febbraio prossimo, non potranno accedere allo scrutinio assieme ai pari corso per colpe da imputarsi esclusivamente all’Amministrazione.
Abbiamo affrontato la questione andando a parlarne direttamente, esponendo tutte le problematiche su menzionate, ma ad oggi non abbiamo avuto alcun riscontro.
Quindi abbiamo inviato questa Nota (04_15), nella quale chiediamo di sospendere il provvedimento ed un incontro specifico.
Buona lettura!

04-15 Nota Requisiti Scrutinabilita Direttivi

Le Segreterie SindirVVF e APVVF