lug 112015
 

Cari Colleghi,

nella giornata di ieri abbiamo incontrato il nuovo Direttore Centrale per gli Affari Generali, pref. Gerardina Basilicata, già prefetto di Savona.
Il prefetto, a pochi giorni dal suo insediamento, ha voluto incontrare tutte le OO.SS., gesto che abbiamo apprezzato, per un breve saluto.
Noi, come OO.SS. del comparto direttivi e dirigenti, oltre ad aver auspicato che l’incontro fosse prodromico di un corretto e fattivo sistema di relazioni sindacali, nell’augurare un buon lavoro al Prefetto, abbiamo ritenuto doveroso, già in questo primo incontro, lanciare un grido di dolore in merito alla carenza di organico del ruolo dei direttivi che sta diventando cronica, con una serie di difficoltà per i comandi e per i colleghi stessi.
Proprio in questi giorni si stanno svolgendo le prove di preselezione per il concorso a 10 vice-direttori, concorso che è stato bandito ben 10 anni dopo il precedente, lasso di tempo che ha creato un vuoto nell’organico di oltre 100 unità, su un totale di 591, che difficilmente potrà essere colmato con questo concorso.
E’ necessario quindi pensare da subito ad avviare l’iter per un altro concorso.
L’ultima immissione in ruolo di direttivi (e conseguente mobilità) risale, infatti, a 5 anni fa.
Situazione peggiorata, poi, dalla totale mancanza di immissione in ruolo di funzionari diplomati. Dopo 10 anni dall’entrata in vigore del D.Lgs. 217, infatti, ancora non si è conclusa la procedura relativa al secondo concorso straordinario per ispettori e non è mai stato neanche pensato ad un concorso per l’accesso dall’esterno di giovani diplomati che porterebbero un po’ di linfa vitale ad un Corpo che sta inesorabilmente “invecchiando”.
Le Segreterie SindirVVF e APVVF

Genera PDF pf-pdf-icon

ott 102014
 

Cari Colleghi,

da informazioni non ufficiali prese sull’argomento, sembra che il numero degli iscritti al concorso per 10 posti da Vice Direttore sia intorno a 5.500-5.600 unità!!
Il numero fa spavento già da sé e purtroppo potrebbe comportare il fatto che l’Amministrazione si possa vedere “costretta” a ricorrere alla procedura di pre-selezione.
Questa ultima possibilità sarebbe sicuramente svantaggiosa, sia per gli aspiranti VD che per l’Amministrazione stessa; infatti la pre-selezione ridurrebbe a 100 i candidati che dovranno superare poi le prove scritte, le prove orali e le visite mediche.
Il ventaglio di possibilità che si può aprire è chiaro a tutti: nella migliore delle ipotesi, ovvero che tutti e 100 diventino idonei, nel giro di un paio di anni si esaurirebbe la graduatoria in quanto la carenza di personale direttivo è proprio di quell’ordine di grandezza e si dovrà procedere ad una nuova procedura concorsuale.
Ma, potrebbe essere anche peggio! ovvero che il numero degli idonei sia ben più basso dei 100 che superano la pre-selezione. In tal caso si spera che si arrivi a coprire almeno i posti messi a concorso!
Le cause dell’elevato numero di domande presentate vanno ricercate sia nella grave situazione di crisi occupazionale in cui verte il paese sia, a parere nostro, in alcune scelte fatte dall’Amministrazione stessa.
Prima fra tutte l’aver fatto passare 10 anni dall’ultimo concorso bandito; poi il limite di età di 35 anni che, richiedendo come prerequisito d’ingresso solo la laurea e l’abilitazione, potrebbe essere abbassato; nonché l’apertura a tutti gli indirizzi di laurea in ingegneria.
Pur condividendo le difficoltà che può attraversare l’Amministrazione nel gestire le fasi concorsuali per un numero tanto elevato di candidati (anche se è fisiologico, un terzo degli iscritti non si presenterà!), si auspica che verrà presa la decisione migliore nell’interesse di tutti.
Il Segretario Generale
Marina Malinconico
ago 282014
 

Cari Colleghi,

lo scorso 26 agosto è stato pubblicato il bando per il concorso pubblico a 10 posti nella qualifica di vice direttore.
Questa O.S., ad una prima lettura, ha riscontrato che ci siano due punti meritevoli di chiarimento da parte dell’Amministrazione.
Il primo, relativo alla durata del corso di formazione iniziale, riportata nel bando pari a due anni, ma che il D.L. 13 maggio 2011 aveva ridotto a 12 mesi.
Il secondo, relativo alla mancanza di indicazioni limitative sugli indirizzi di laurea magistrale che possono accedere al concorso che, alla luce degli innumerevoli indirizzi oggi presenti nel corso di laurea in ingegneria, possono ricomprendere anche quelli che si discostano maggiormente dal background culturale e formativo che dovrebbe avere un funzionario direttivo del CNVVF.

La Segreteria

12-14 Chiarimenti Concorso 10 VD

Genera PDF pf-pdf-icon

ago 272014
 

Comunichiamo che nella Gazzetta Ufficiale – IV Serie Speciale Concorsi ed Esami – del 26 agosto 2014 è stato  pubblicato il bando di concorso pubblico, per esami, a 10 posti nella qualifica di vice direttore del ruolo dei direttivi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Le domande di partecipazione dovranno essere compilate utilizzando la procedura informatica disponibile all’indirizzo https://concorsi.vigilfuoco.it  seguendo le istruzioni specificate, a partire dal 27 agosto 2014 ed entro al 25 settembre 2014.

La segreteria

BANDO_CONCORSO_DM_510_13-8-14

Programma_Esame_Allegato_DM_510_13-8-14

Genera PDF pf-pdf-icon

mag 062014
 

Cari colleghi,

nella giornata 5 maggio è stata inviata la nota congiunta con CISL-APVVF-DirstatVVF-CGIL-UIL-CONFSAL-UGL sull’annosa questione della mancanza di un idoneo turn-over del personale direttivo e, quindi, dirigente.
Data l’importanza dell’argomento è stata trovata la piena condivisione di tutte le OO.SS. rappresentative del comparto che, in un’unica voce, chiedono un immediato intervento a procedere con l’avvio dell’iter concorsuale dato che l’ultimo concorso per immissione in ruolo del personale laureato è stato bandito il 28.12.2004 e l’ultima immissione in ruolo di direttori è stata il 30.12.2010.

La Segreteria