gen 282016
 
Cari Colleghi,
lo scorso 26 gennaio si è tenuta la riunione conclusiva del confronto sindacale sulla bozza di revisione del D.Lgs. 139/2006 e sulla “1° fase” di revisione del D.Lgs. 217/2005.
Si parla di prima fase, in quanto, per quanto attiene il D.Lgs. 217, come ci era stato anticipato nel corso della riunione dello scorso 17 dicembre, la nostra Amministrazione, assieme al Ministero della Funzione Pubblica, ha assunto la decisione di procedere non con l’emanazione di un solo provvedimento bensì di 2, forse 3.
Il primo provvedimento è relativo a tutte le tematiche meno complesse e dal “contenuto” impatto economico, da poter affrontare e discutere all’interno della nostra Amministrazione senza necessità del confronto con il Ministero della Funzione Pubblica e il MEF. Il secondo ed il terzo provvedimento, di maggior impatto economico, richiedono tempi un po’ più lunghi ed il confronto con i competenti Ministeri.
 
In realtà, come abbiamo appreso nel corso dell’ultima riunione, la spesa “contenuta” si dovrebbe aggirare intorno ai 7 milioni (la scorsa volta si era parlato di cifre più basse, intorno ai 2-3 milioni); d’altronde provvedimenti come l’introduzione della decorrenza giuridica come decorrenza per le promozioni a CS e CR, il transito dei funzionari amministrativi e tecnico-informatici nel ruolo dei direttivi con un accorciamento del percorso di carriera dai 16 anni del vecchio decreto ai 7 anni e 6 mesi dell’attuale, la dirigenza amministrativa, il passaggio a SDAC dei 50 IAE (ex ATA), comportano necessariamente un notevole impegno economico.
Fondi che o sono stati già trovati o che bisognerà trovare.
 
In merito al reperimento, invece, dei fondi per il riconoscimento di perequazione del trattamento stipendiale e previdenziale dei direttivi e dei dirigenti con quello delle altre forze operative, militari e del comparto sicurezza (13/23), il Sottosegretario ci ha dato “una speranzina” circa il reperimento dei fondi anche per questo istituto che dovrebbe essere oggetto del secondo provvedimento (2° fase) e che è stato richiesto dalla maggioranza del tavolo, anche se con qualche “sub condicione” da parte di quelle OO.SS. che rappresentano entrambi i comparti.
Permane comunque da parte di SindirVVF, APVVF e DirstatVVF la raccolta firme per la Petizione al Parlamento.
 
Pur riscontrando che le bozze proposte hanno recepito buona parte delle osservazioni che questa O.S. aveva manifestato (istituzione del tempo di lavoro, estensione al personale direttivo delle norme relative alla temporanea inidoneità operativa, estensione anche ai Direttori delle funzioni vicarie, ruolo direttivo speciale come apicale dell’altro comparto, concorso interno per accedere al ruolo direttivo per chi è in possesso di laurea magistrale ed abilitazione), restano ancora da dirimere alcune importanti questioni:
- regolamentare le attività ispettive nei luoghi di lavoro da parte dei funzionari;
- eliminare da una norma i rango superiore, come un D.lgs, la rotazione degli incarichi di vicario del dirigente ogni 10 anni;
- percorso di carriera inteso come crescita professionale, con evidenza degli incarichi diversi e delle relative responsabilità assunte;
- reperimento fondi per il riconoscimento di perequazione del trattamento stipendiale e previdenziale dei direttivi e dei dirigenti;
- ruolo dei direttivi e dei dirigenti all’interno del settore aeronavigante.
Queste ed altre osservazioni di natura più tecnica all’interno del documento allegato e trasmesso all’Amministrazione.
 
In merito ai concorsi interni, questa O.S. ha evidenziato che, come fatto nella versione del 2005, oltre al concorso riservato al personale inquadrato nel ruolo dei
direttivi in ruolo speciale a esaurimento (ex SDACE), in possesso del titolo di studio e del titolo abilitativo possa esserne fatto uno anche per il personale proveniente dal ruolo operativo, con almeno 7 anni di anzianità.
nov 272015
 

Cari Colleghi,

come richiesto dall’Amministrazione, entro la giornata di ieri (25/11/2015) abbiamo provveduto ad inviare le osservazione da parte della nostra O.S. ai decreti legislativi in oggetto.
Per entrambi i decreti abbiamo provveduto ad effettuare una disamina articolo per articolo, anche se la bozza trasmessaci di revisione del D.Lgs. 139/2006 presentava un più accurato livello di definizione.
Come potrete leggere, nelle note di trasmissione abbiamo sintetizzato le osservazioni principali che, per la scrivente O.S., sono imprescindibili proponendo, come nostra abitudine,  delle nuove formulazioni tese alla valorizzazione del Corpo nazionale e del suo Capo in uno e la valorizzazione delle sue figure apicali nell’altro.
In attesa di una nuova convocazione da parte dell’Amministrazione sulle tematiche, ringraziamo tutti i colleghi che, a vario titolo, ci hanno fatto pervenire i loro contributi

La Segreteria

50-15 Osservazioni sul DLgs 217

217-2005 SindirVVF Proposta di modifica

49-15 Osservazioni sul DLgs 139

139-2006 SindirVVF Proposta di modifica

Genera PDF pf-pdf-icon

mar 182015
 

Cari Colleghi,

a seguito della pubblicazione del DM 986 del 09.03.2015 (DM_986 Scatti SDACE DVD) della DCRU sull’attribuzione degli scatti convenzionali a SDACE e DVD, abbiamo riscontrato come, ai colleghi del 41° corso I.A., entrati in  ruolo il 01/09/1998, non fosse stato attribuito lo scatto dei 16 anni.
Abbiamo chiesto delucidazioni in merito (leggi il post) al competente Ufficio II della DCRU e la Dirigente ha confermato che, a causa di un difetto di comunicazione fra l’ufficio matricola e il loro ufficio, l’elenco dei colleghi non è rientrato nel decreto in questione.
Quindi, a seguito della nostra segnalazione, la DCRU ha provveduto ad emettere un nuovo decreto, il DM 1070 del 17 marzo 2015 , nel quale viene riconosciuto lo scatto convenzionale dei 16 anni di anzianità di carriera direttiva ai colleghi del 41° corso I.A. e a due colleghi del corso precedente che hanno maturato l’anzianità nel quadriennio 2011-2014.
La Segreteria
mar 162015
 

Cari colleghi,

a seguito della pubblicazione del DM 986 del 09.03.2015 (DM_986 SDACE – DVD) della DCRU sull’attribuzione degli scatti convenzionali, abbiamo riscontrato che, ai colleghi del 41° corso I.A., entrati in  ruolo il 01/09/1998, non è stato attribuito lo scatto dei 16 anni.
Abbiamo chiesto delucidazioni in merito al competente Ufficio II della DCRU e la Dirigente ha confermato che è stato un difetto di comunicazione fra l’ufficio matricola e il loro ufficio che ha fatto sì che venisse meno l’elenco dei colleghi.
Entro qualche giorno provvederanno quanto prima all’integrazione del Decreto Ministeriale con i colleghi il 41° corso.
Vi terremo comunque informati.
Il Segretario Generale

Marina Malinconico

Genera PDF pf-pdf-icon

mar 122015
 

Cari colleghi,

Pubblichiamo i decreti della DCRU n. 985 (DM_985 Scatti SATI), 986 (DM_986 Scatti SDACE DVD) del 09/03/2015 con i quali sono state riconosciute al personale che avrebbe maturato il diritto allo scatto convenzionale di cui al D.Lgs. 217/2005, le misure perequative dell’art. 8, comma 11 bis, del decreto legge n. 78/2010, convertito in legge 122/2010.
La Segreteria
feb 272015
 

Cari Colleghi,

lo scorso settembre, i colleghi assunti con decorrenza 01/09/1998, hanno maturato lo scatto convenzionale dei 16 anni di carriera direttiva.
Come ben sapete, dal 1° gennaio 2015 sono stati sbloccati gli aumenti stipendiali connessi a progressioni in carriera e scatti convenzionali, maturati nel quadriennio precedente.
Abbiamo chiesto chiarimenti al competente Ufficio della DCRU, che ci ha informato che è in corso di ultimazione lo screening dei fascicoli del personale interessato per verificare singolarmente che sussistano i requisiti per il riconoscimento dello scatto (ad esempio che non siano andati fuori ruolo o prese aspettative). Dopodiché verrà emesso il relativo decreto a firma del Capo Dipartimento.
Firmato il decreto la DCRF procederà con i pagamenti, riconoscendo gli arretrati dal 01/01/2015.
La Segreteria
lug 252014
 

Cari Colleghi,

Nel pomeriggio del 24 luglio sono stati resi pubblici gli esiti del Consiglio di Amministrazione tenutosi nella stessa giornata.

Le nomine dirigenziali decise sono solo quelle con decorrenza 01.01.2013 (carenze 2012), rimandando ad altra data quelle (2 PD + 2 DS) con decorrenza 01.01.2014 (carenze 2013).

Le promozioni a Primo Dirigente e Dirigente Superiore con decorrenza 01.01.2013 sono:

Dirigente Superiore:
- Marco FREZZA, attuale Comandante di Pisa;
- Domenico DI BARTOLOMEO, attuale Comandante di Arezzo.
Primo Dirigente:
- Gianfranco TRIPI
- Calogero DAIDONE;
- Clara MODESTO;
- Giuseppe MERENDINO;
- Luca NASSI;
- Gianfrancesco MONOPOLI

Nello stesso consesso, 72 colleghi (3°, 4° e 5° corso) sono stati promossi a ruolo aperto a Direttore Vice Dirigente, rispettando l’anzianità di immissione del ruolo.

Ai neo-promossi i più sinceri auguri da parte della nostra O.S..

Nel caso dei colleghi del 3° corso, questa O.S. ha alcune perplessità sulla modalità di calcolo della decorrenza, motivo per il quale ha chiesto di poter incontrare la DCRU.

A questo punto si resta in attesa del prossimo CdA per le restanti promozioni, ma soprattutto che l’Amministrazione mantenga gli accordi presi nella procedura di raffreddamento del 25 marzo u.s., riconfermati nella successione riunione del 21 maggio, conferendo a brevissimo, non oltre la fine di questo mese, gli incarichi dirigenziali

La Segreteria

Genera PDF pf-pdf-icon

lug 232013
 
La Direzione Centrale per le Risorse Finanziarie lo scorso 3 luglio ha trasmesso una nota per comunicare che, con la mensilità di luglio 2013, sarebbero stati corrisposti, agli aventi diritto, gli assegni perequativi una tantum.
I colleghi promossi a DVD lo scorso 14 febbraio, invece, ci hanno fatto sapere che, almeno a loro, dette somme non sono state corrisposte.
Con la seguente nota abbiamo sollecitato dei chiarimenti.
Il 29 luglio il Dipartimento ha fornito la seguente risposta: