ott 092014
 

Cari Colleghi,

Pubblichiamo il comunicato con cui APVVF ci aggiorna in merito alle questioni del ricorso da loro promosso e appoggiato da SindirVVF, sulla costituzione del fondo di produttività del personale direttivo.
Lo stesso argomento era stato oggetto di dibattito nel corso dell’Assemblea generale promossa da SindirVVF lo scorso 29 settembre.
Come potrete leggere il 25 ottobre prossimo il TAR delibererà sulla legittimità della costituzione del fondo costituito il 17 aprile u.s. (successivamente alla diffida fatta dal legale che sta curando il ricorso)
Vi terremo aggiornati

La Segreteria

Genera PDF pf-pdf-icon

 

apr 182014
 

Cari colleghi,

nella giornata del 17 aprile si è tenuta una riunione relativa al Fondo di risultato Dirigenti e Fondo di Produttività Direttivi.
Sotto troverete i prospetti sugli accordi che sono stati trovati sulla distribuzione dei fondi.
Come potrete riscontrare, SindirVVF ha firmato gli accordi relativi alla distribuzione del fondo di risultato del personale dirigente, ma non ha firmato quello relativo al fondo di produttività del personale direttivo.
Infatti, come tutti sapete, abbiamo appoggiato APVVF nel riscorso al TAR relativo proprio alle modalità di costituzione di detto fondo (al fine di far confluire in questo fondo i proventi derivanti dal lavoro di tutti i colleghi direttivi); pertanto entrambe queste sigle non hanno firmato e hanno allegato la nota a verbale, redatta da APVVF ma condivisa da SindirVVF.
Vi terremo aggiornati sui futuri sviluppi.

La Segreteria

Trasmissione Accordi risultato

Trasmissione Accordo Fondo di produttività anno 2011

Accordo ulteriori risorse risultato anno 2009

Accordo ulteriori risorse risultato anno 2010

Accordo Fondo di risultato anno 2011

Accordo Fondo di produttività anno 2011-2

mar 172014
 
Lo scorso 4 marzo si è tenuta una riunione per definire la distribuzione del fondo di rischio e posizione dei dirigenti, relativamente all’anno 2011. Ecco l’accordo firmato.
Il dott. Italia ha tenuto a precisare che il ritardo nella distribuzione è da imputarsi al MEF e che, per l’anno 2012, lui farà tutto il possibile per portarlo in discussione entro l’estate.
Al termine dell riunione, siamo stati invitati ad ascoltare quanto il Direttore Centrale per le risorse umane, pref. Magno, aveva da comunicarci, ovvero che:
- a seguito della sentenza del TAR che ha riammesso il collega Bottari alla frequentazione del corso dirigenziale, con decorrenza 13.07.2006, si è ridotto di una unità il numero dei posti disponibili con decorrenza 01.01.2013;
- nel prossimo consiglio di amministrazione verranno fatte le promozioni per il 2013 e 2014; in particolare n. 6 PD e n. 2 DS con decorrenza 01.01.2013 e n. 2 PD e n. 2 DS con decorrenza 01.01.2014;
- a seguito delle promozioni verrà avviata, presumibilmente entro giugno, la ricognizione e la procedura di assegnazione degli incarichi dirigenziali che dovrebbero avere decorrenza 01.09.;
- il prefetto ha tenuto a rassicurare, verbalmente, che alla ricognizione potranno partecipare e saranno messe come disponibili anche quelle sedi recentemente oggetto di conferma del titolare (fino al 31.01.2015).
Il Segretario Generale
Marina Malinconico
gen 022014
 

Cari colleghi,

come sapete la forza del nostro potere negoziale relativamente ai compensi incentivanti a cui possono accedere i funzionari direttivi, deriva dal fondo di produttività appositamente predisposto per tale personale e distinto dai fondi specifici previsti per il personale dirigente e per quello non direttivo e non dirigente.

La costituzione del fondo di produttività dei direttivi avvenne a seguito della legge 252/04 (precedentemente esisteva un unico fondo: il FUA) e reso operativo con il D.Lgs. 217/05 e, da ultimo, con un atto dell’Amministrazione che ne definì la consistenza e l’alimentazione.

In tale ultimo passaggio, avvenne che tale fondo, anziché assumere su di sé i proventi incamerati con i servizi a pagamento svolti dal personale direttivo, ottenne le risorse provenienti dal fondo unico dell’amministrazione semplicemente mediante criteri di proporzionalità sulla base del numero dei dipendenti rappresentati da ciascun fondo. Appare evidente lo squilibrio e l’orientamento di risorse che si verificò a favore del comparto dei non direttivi, relegando i direttivi alle medesime aspettative incentivanti dei lavoratori dell’altro comparto di negoziazione, a dispetto delle responsabilità e delle funzioni esercitate, nonostante la legge avesse previsto distinti comparti di negoziazione proprio per esaltare la produttività dei direttivi stessi.

I dati recentemente raccolti dall’Osservatorio sui Servizi a Pagamento hanno ulteriormente confermato l’enorme divario esistente fra le somme che attualmente l’amministrazione fa confluire nel fondo e le somme che effettivamente dovrebbero confluirvi in proporzione all’attività realmente svolta di direttivi.

Avendo, ancora una volta, registrato, a fronte di dati di fatto accertati, l’inerzia e il disinteresse dell’amministrazione per detta problematica, che ha provocato nel corso degli anni un notevole danno economico soprattutto al personale direttivo, l’O.S. Alte Professionalità ha deciso di adire il Giudice Amministrativo per dirimere definitivamente la questione .

Questa Segreteria Nazionale, accertata l’impossibilità di pervenire ad un accordo negoziale sulla questione, ha deciso di partecipare al ricorso di A.P. condividendone in pieno le motivazioni.

Le OO.SS. saranno promotrici del ricorso il quale dovrà, tuttavia, essere firmato dai singoli affinché l’azione giudiziaria da intraprendere abbia maggiore peso nei confronti dell’amministrazione.

Le spese legali saranno sostenute dalle OO.SS.. Considerato che detto ricorso sarà presentato entro la prima metà di Gennaio 2014, i colleghi che intendono aderirvi dovranno comunicare via email a questa segreteria la loro adesione entro l’8 Gennaio 2014  per poi ricevere la modulistica da compilare ed inviare a stretto giro di email a questa segreteria.”

 Il Segretario Generale

Marina Malinconico

Adesione Ricorso Alte Professionalità

ott 242013
 
nella giornata di ieri siamo stati convocati dall’Amministrazione per definire le modalità di ripartizione delle risorse economiche affluite a seguito della transazione con la società Aeroporti di Roma e che integrano il Fondo di Produttività del personale Direttivo a partire dal 2009.
Per quanto attiene gli anni 2009 e 2010 è stato trovato l’accordo di ripartire le somme incentivando le due funzioni di cui all’accordo 2010, ovvero la funzione vicaria e quella di organizzazione, gestione e coordinamento del soccorso pubblico come previsto dall’art.6, commi 3 e 4 del DPR 250/2010.
Per distribuire le somme relative al 2009, però, la DCRF dovrà preliminarmente effettuare una ricognizione sulla quale i Comandanti e i Dirigenti dovranno indicare il nominativo di chi ha svolto funzioni vicarie nel 2009, indicando gli altri per il secondo compenso (ricordo che nel calcolo delle competenze sono stati considerati tutti i direttivi, quindi chi non prende la funzione vicaria prende quella relativa al soccorso)
A tal fine, si invitano tutti voi, direttivi e dirigenti ognuno per le rispettive competenze, a farsi parte diligente per l’individuazione della figura del vicario (dopo 4 anni!), soprattutto in assenza di uno specifico ordine di servizio, ovvero contattare la sede dove si prestava servizio all’epoca per farsi inserire nell’elenco.
Per il 2010 non ci sono problemi perché i nominativi sono gli stessi del fondo già distribuito.
All’ordine del giorno vi era anche un incontro preliminare sulla ripartizione del fondo del 2011.
Abbiamo preso atto che, per l’anno 2011, il fondo di produttività è costituito da € 1.726.995 di cui € 1.484.270 provenienti dalle “economie di gestione” e € 242.725 alimentato dalle società aeroportuali in proporzione al traffico generato.
La prima questione che è stata affrontata è quella più volte rappresentata dalla nostra O.S. e che è stata oggetto, lo scorso anno, della nota a verbale all’interpretazione autentica del fondo 2010: compensare quei direttivi che prestano servizio nelle direzioni regionali dove non è presente il dirigente di supporto e che lavorano in diretta collaborazione con il dirigente generale e i “direttori” che, in assenza di DVD nella propria struttura, svolgono le funzioni di vicario del Dirigente.
Pur riscontrando un’apertura dell’Amministrazione in questa direzione, la proposta di sanare queste “anomalie” individuando una figura intermedia fra le prime due non è sembrata condivisibile né a noi né ad altre OO.SS., anche per non snaturare il percorso di “valorizzazione” di alcune funzioni strategiche all’interno delle sedi che è solo iniziato con l’individuazione della funzione vicaria e che, a parere di questa organizzazione, deve continuare e trovare una definitiva collocazione nella definizione di posti-funzione e, di conseguenza, nella riorganizzazione delle strutture (Comandi, Direzioni, uffici centrali.)
La riunione si è aggiornata ad altra data, probabilmente il 5 novembre.
La Segreteria
ott 242013
 
il personale direttivo della regione Sicilia ha evidenziato una problematica (già verificatasi con la distribuzione del fondo 2010) nell’assegnazione delle risorse sul capitolo 1801/6 per il pagamento degli acconti del fondo di produttività relativi agli anni 2011 e 2012.
Poiché sullo stesso capitolo vengono pagate anche le competenze relative alle attività incentivate per l’anno 2013, gli uffici preposti al pagamento, in assenza di un decreto di riparto, hanno utilizzato parte di questi fondi per pagare le attività incentivate 2013, non pagando il fondo.
In data odierna abbiamo inviato alla competente Direzione Centrale la seguente nota.
Se si fossero verificati altri casi simili, vi invito a informarci.
La segreteria
set 272013
 
Cari Colleghi Direttivi,
a partire dalla mensilità stipendiale di settembre 2013, la DCRF ha avviato le procedure per la distribuzione di un acconto del Fondo di Produttività per il personale Direttivo del CNVVF per gli anni 2011 e 2012, in applicazione dell’accordo sottoscritto in data 22 dicembre 2011 dall’Amministrazione e dalle OO.SS. rappresentative per il comparto.
In detto accordo le parti hanno convenuto che la somma stanziata dall’art. 6, comma 1, del DPR 19 novembre 2010, n. 250, quantificata nell’importo lordo di € 228.000,00, venga attribuita a decorrere dall’anno 2011 e per gli anni successivi, secondo le modalità e le misure stabilite al punto 1. dell’accordo.
1.   Indennità Operativa per il soccorso esterno                            = 228.000,00 €
(ex art.6 DPR 250/2010)
1.1 Funzione vicaria dei Dirigenti                                                =        600,00 €/anno (50,00/mese)
1.2 funzione di organizzazione e coordinamento del soccorso       =        322.75 €/anno  (26,90/mese)

L’indennità prevista da questo accordo integrativo va a tutti i direttivi (anche medici e ginnici-sportivi), in servizio presso i Comandi Provinciali, Direzioni Regionali, Direzioni Centrali e Uffici di collaborazione del Capo Dipartimento e Capo del Corpo.

Il saldo delle competenze relative alle somme totali disponibili sui Fondi di Produttività 2011 e 2012, derivanti dalle risorse contrattuali, dalle risorse delle società aeroportuali di cui all’art. 1 comma 1328 della L. 296/2006 e dai risparmi ed economie di gestione verrà destinato al personale direttivo in base agli accordi che verrano presi dall’Amministrazione assieme alle OO.SS. e per i quali abbiamo, più volte e anche insieme a tutte le altre OO.SS., sollecitato la convocazione dei relativi tavoli.
La Segreteria
set 262013
 
grazie allo spirito di collaborazione fra le 8 sigle sindacali rappresentative del comparto dirigenti e direttivi in data odierna abbiamo inviato all’Amministrazione due note su altrettante tematiche “scottanti”.
La prima scaturisce dal notevole ritardo accumulato sulla mobilità dirigenti (2 anni) e dalla mancata convocazione del CdA per le promozioni a Primo Dirigente e Dirigente Superiore.
Abbiamo, quindi, rivendicato una sollecita soluzione delle problematiche limitando i disagi a carico del personale interessato, proposito realizzabile attuando una mobilità sulla base delle risultanze delle aspirazioni richieste evitando l’assegnazione di posti di funzione per i quali non sia stata manifestata la disponibilità.
La seconda problematica rimarcata è relativa al fondo di produttività del personale direttivo.
Come noto, infatti, le OO.SS. non sono state mai convocate per la ripartizione sia del fondo di produttività direttivi 2011 che del fondo di rischio, posizione e risultato dirigenti sempre per l’anno 2011, mentre l’accordo per la distribuzione del fondo di amministrazione (ex FUA) per il comparto non dirigenti e non direttivi è stato definito il 25 giugno u.s. (e probabilmente sarà distribuito entro l’anno).
Tutte le OO.SS. hanno quindi chiesto l’immediata convocazione di un incontro, mentre l’Amministrazione è stata invitata a rivedere i criteri di alimentazione del Fondo di Produttività a favore del personale direttivo.
Il Segretario Generale
Marina Malinconico
ago 062013
 
Cari colleghi,
in data odierna abbiamo inviato la nota in allegato, riguardante la necessità ormai improcrastinabile di aprire il tavolo di contrattazione sulla distribuzione del Fondo di Produttività del personale Direttivo e relativo agli anni 2011 e 2012 (l’accordo sulla distribuzione del Fondo 2011 per il personale non direttivo non dirigente è stato firmato un paio di settimane fa..).
Con l’occasione sono stati rammentati gli impegni presi dall’Amministrazione e sono state rappresentate le nostre richieste a tutela del personale direttivo, nella fattispecie di chi, non ancora DVD, è chiamato a ricoprire de facto la funzione vicaria.