apr 082017
 

Cari Colleghi,
finalmente, dopo anni di stasi, si avviano le procedure di mobilità per il personale direttivo.
A settembre, infatti, avendo terminato il corso di formazione, i colleghi del IX corso direttori verranno assegnati alle sedi di destinazione e prima di ciò occorrerà dare luogo ai trasferimenti a domanda

La Segreteria

Circolare-n_21166-del-7-aprile-2017

Modello-domanda-direttivi-allegato-A

Allegato-B

Allegato-1

Allegato-2

Genera PDF pf-pdf-icon

feb 082017
 
Cari Colleghi,

lo scorso  2 febbraio abbiamo ricevuto la velina -  conferimento incarichi – con il conferimento degli incarichi dirigenziali ai Dirigenti Superiori e l’attribuzione degli incarichi di temporanea reggenza per le sedi vacanti.
La decorrenza degli incarichi era stata fissata come “immediata”, in violazione al decreto 20/01/2011 che fissa un periodo di almeno 30 giorni di preavviso.
La mattina del 6, abbiamo ricevuto un’integrazione – nota integrazione informativa- nella quale, citando appunto il decreto di cui sopra, veniva specificato che gli effetti dei nuovi incarichi decorrono non prima di 30 giorni.
Appare chiaro che, anche dalla lettura combinata dei due provvedimenti, non si possa evincere quale sia la data esatta di decorrenza degli incarichi, senza la quale non si ha certezza degli obblighi giuridici, amministrativi ed economici che sono associati agli stessi.
Pubblichiamo la nota con cui si richiede un nuovo e completo provvedimento.
Con l’occasione si è evidenziato anche la necessita di confermare gli incarichi (ovvero conferirne uno nuovo) ai colleghi cui il precedente è scaduto lo scorso 31 dicembre.

La Segreteria

06-17 Mobilità Dirigenti Superiori

Genera PDF pf-pdf-icon

gen 192016
 
Cari Colleghi,
in data 19 gennaio tutte le OO.SS. rappresentative per il CNVVF sono state convocate dal neo Direttore Centrale per le Risorse Umane, pref. Giovanni Bruno.
Dopo una breve presentazione in cui il prefetto, che ha evidenziato come nel suo precedente ruolo in “periferia” abbia avuto modo di conoscere ed apprezzare il Corpo, ha manifestato tutta la sua volontà nell’affrontare e risolvere le varie problematiche che afferiscono all’ufficio del Personale, prime fra tutte le mobilità dovute alle varie leggi speciali, è stato fatto il consueto giro di tavolo.
Al nostro turno, è stato illustrato al prefetto lo status quo dell’equiparazione economica ai corpi di polizia per il personale direttivo e dirigente del Corpo, cd. 13/23, per evidenziare come, alla luce anche degli ultimi emendamenti alla Legge di Stabilità 2016 che hanno conferito questo riconoscimento ai direttivi della Polizia Penitenziaria, il nostro si a rimasto l’ultimo Corpo a cui non viene riconosciuta questa equiparazione. Gli è stato manifestato il disagio della categoria sotto tutta una serie di punti:
- mancata progressione di carriera;
- mancata equiparazione economica;
- grave carenza di organico che comporta extra lavoro per tutti i colleghi e grosse problematiche ai comandanti, soprattutto da Firenze in su;
- ritardo nell’emanazione dei concorsi (10 anni sono passati fra un concorso e l’altro)
- assenza di mobilità del personale direttivo da 5 anni (ultima immissione in ruolo 30/12/2010);
- ricorso spropositato alle “assegnazioni temporanee” ex art.43 DPR 64/2012, soprattutto dalla periferia verso il centro;
- criteri di valutazione del personale obsoleti, che premiamo i colleghi che lavorano meno per l’ufficio e più per il fascicolo; mancata valutazione oggettiva della performance in quanto non vengono assegnati degli obiettivi come sarebbe invece opportuno per dei “vice-dirigenti”; peso eccessivo del “discrezionale”;
- mancanza di definizione dei ruoli all’interno delle strutture che differenzi il lavoro fatto dagli ispettori, da quello svolto dai sostituiti direttore e da quello svolto dai direttivi.
In questa riunione, peraltro di semplice presentazione, però è venuto fuori dal tavolo una questione che lascia molto molto perplesse le scriventi OO.SS.
Quando hanno parlato i rappresentanti delle OO.SS. di UIL, CGIL e CISL per la componente dirgenti e direttivi (rappresentati a questo tavolo dalle segreterie generali), tutte e 3 queste sigle hanno espresso il desiderio che si faccia un passo indietro e si riporti il personale del ruolo direttivo nell’attuale comparto del personale non dirigente e non direttivo.
Ovviamente queste OO.SS. sono completamente contrarie ad una simile ipotesi che rappresenterebbe la fine della categoria dei direttivi la cui voce si è iniziata a sentire proprio da 10 anni a questa parte, dopo che la 252/2004 ha portato la componente direttiva accanto a quella dei dirigenti e grazie a quelle OO.SS. che si sono impegnate nella tutela degli interessi di tutta la categoria, non dei singoli individui.
Le Segreterie SindirVVF e DirstatVVF
feb 032015
 
Cari colleghi,
a seguito della nostra più che circostanziata nota prot. 04-15 del 29 gennaio u.s., la DCRU ci ha fatto pervenire il Chiarimento Art.47, nel quale sono fornite alcune indicazioni, ma nessuna risposta alle nostre richieste.
Nonostante il tentativo di cercare, in via bonaria, di risolvere le problematiche esistenti (che, ripetiamo, sono da imputare solo a colpe dell’Amministrazione), che si è poi manifestato vano; nonostante la formale e motivata richiesta di sospendere il provvedimento previsto per il 2 febbraio e di incontrare le OO.SS. in merito, rimasta disattesa; l’Amministrazione non manifesta alcuna intenzione e interesse nel correggere un proprio sbaglio senza che a rimetterci siano i colleghi.
In data 31.01.2015 abbiamo, pertanto, provveduto a notificare la richiesta di sospensione e diffida all’Amministrazione pubblichiamo.
Se anche questa richiesta rimane inascoltata, queste OO.SS. si riservano di adire le vie legali
Le Segreterie SindirVVF e APVVF
gen 302015
 

Cari colleghi,

forse molti di voi non sono al corrente di una problematica che sta investendo i colleghi direttivi che prestano servizio nell’area romana, Comando Provinciale escluso, e che queste OO.SS. hanno affrontato e stanno cercando di risolvere.
Come noto, il D.Lgs. 217/05, all’art. 47, ha imposto come requisito per la scrutinabiltà per l’ammissione al corso dirigenziale, che il personale direttivo abbia svolto 2 anni di comando effettivo; a tal fine, sempre il 217, ma all’art. 42, imponeva che i colleghi in prima assegnazione fossero inviati presso strutture periferiche e dovessero restarci per almeno 2 anni.
Quello che è accaduto nella realtà è che, a 217 vigente, alcuni colleghi sono stati assegnati, invece, direttamente agli uffici centrali oppure altri fatti rientrare, a seguito di mobilità, ma sempre agli uffici centrali, prima del completamento dei due anni.
A nulla è valso il fatto che, in questi anni, in occasione della mobilità nazionale (ma anche una straordinaria per l’area romana), i colleghi abbiano fatta domanda di trasferimento al comando, motivandola anche con questa necessità.
Il 31/12/2014 è poi scaduta la proroga delle disposizioni transitorie di cui all’art. 168 del D.Lgs. 217
Dopo anni di silenzio, la soluzione dell’Amministrazione è quella di una “assegnazione temporanea al Comando di Roma”, in deroga alla tempistica prevista dall’art.42 del regolamento di servizio, affidando al Comandante di Roma il compito di organizzare questo contingente di circa 38 direttivi.
Dai conti fatti da queste OO.SS,  i colleghi che devono svolgere l’intero periodo dei 24 mesi, iniziando il 2 febbraio prossimo, non potranno accedere allo scrutinio assieme ai pari corso per colpe da imputarsi esclusivamente all’Amministrazione.
Abbiamo affrontato la questione andando a parlarne direttamente, esponendo tutte le problematiche su menzionate, ma ad oggi non abbiamo avuto alcun riscontro.
Quindi abbiamo inviato questa Nota (04_15), nella quale chiediamo di sospendere il provvedimento ed un incontro specifico.
Buona lettura!

04-15 Nota Requisiti Scrutinabilita Direttivi

Le Segreterie SindirVVF e APVVF
gen 302015
 

Cari Colleghi,

Pubblichiamo una serie di informative, tutte pervenute alle OO.SS., in merito ad importanti tematiche:
1) L’ODS n.3 del Capo Dipartimento che, in attuazione della Direttiva del 21.11.2014 che, fra le altre, istituisce la Centrale  di Acquisti Unificata, dispone la ridistribuzione di dotazioni organiche (DVD + personale amministrativo) dalla DCEST alla DCRLS;
2) La Bozza_di decreto interministeriale (Interno+Finanze) con le condizioni e le modalità di stipula di convenzione e contratti per la permuta di materiali o prestazioni tra il Dipartimento e soggetti pubblici e privati, come previsto dal’art. 1, comma 206, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità);
3) Master Universitario di II livello in Diritto Amministrativo – MIDA, presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. La domanda dovrà pervenire alla Segreteria del Master entro e non oltre il 30 gennaio p.v.
4) Gestione dei soccorsi in zona appenninica – Proposta di istituzione del “Distretto Appenino Tosco-Emiliano”.
Come sempre siamo a chiedervi vostre osservazioni in merito a queste importanti questioni.
La Segreteria
gen 182015
 
Cari Colleghi,
tanto tuonò che piovve!!
Dopo che queste OO.SS. hanno inviato una richiesta di chiarimenti il 30 dicembre (Leggi), effettuato un sollecito (per mancato riscontro) il 12 gennaio, ricevuto un Appunto della DCRU per nulla esaustivo, richiesti un incontro e la sospensione dei termini il 13 gennaio, siamo stai convocati per il giorno 15 gennaio per un incontro con il Vice Direttore della DCRU, alla presenza del Responsabile dell’Ufficio Relazioni Sindacali.
L’oggetto del contendere, come vi avevamo informato nelle nostre precedenti note, era la mancanza di n.3 posizioni da Primo Dirgente e n. 1 da Dirigente Superiore nell’allegato A alla circolare prot. 52282 del 22/12/2014 della DCRU, sull’informativa delle funzioni dirigenziali disponibili. Dette posizioni, infatti, pur rispettando i criteri enunciati nella stessa non erano individuate fra le disponibili.
Nel corso della riunione, la DCRU ha convenuto la necessità di effettuare l’integrazione della circolare emessa, introducendo le 3 posizioni da Primo Dirigente prima escluse e dando tempo, ai colleghi interessati, di poter integrare le domande già inviate indicando eventualmente anche queste posizioni, fino al prossimo 23 gennaio (venerdì).
In merito alla posizione da Dirigente Superiore, la DCRU è stata irremovibile, ritenendo che le competenze ulteriori (sicurezza al volo) che il Dirigente del Soccorso Aereo acquisirà, a seguito dell’applicazione del progetto di riordino (DM 24/09/2014), non modificano le funzioni dello stesso in quanto l’ufficio assorbito è, attualmente, sotto il coordinamento della sua figura.
Abbiamo espresso le nostre perplessità in merito, ritenendo che si tratta comunque di due uffici dirigenziali distinti, con poteri, obblighi, doveri e responsabilità personali distinte, seppur subordinati funzionalmente l’uno all’altro.
Nel corso della riunione abbiamo avuto conferma che l’attuazione di questa “mobilità” avverrà non prima della fine di giugno, in quanto dovranno essere acquisiti prima dalla Corte dei Conti sia il DM sulla graduazione posti funzione (fascette) che il DM sulle dotazioni organiche.
A tal proposito, abbiamo avuto conferma che, come già indicato nella citata circolare prot. 52282 nella quale c’è un espresso richiamo all’imminente adozione del DM sulla graduazione degli incarichi dirigenziali, l’attribuzione dei nuovi incarichi dirigenziali avverrà, come giusto che sia, alla luce delle fascette ridefinite nel corso della concertazione dello scorso 10 dicembre.
Chi deve integrare le proprie istanze, quindi, lo faccia alla luce dell’emanando decreto.
Per quanto attiene la nostra specifica richiesta, in merito all’attribuzione degli incarichi ai neo-dirigenti che stanno ultimando il corso di formazione presso l’ISA, la DCRU non ha espresso un chiaro intendimento sulle modalità e la tempistica; l’impegno preso con le scriventi OO.SS. è stato quello che, anche in caso di assegnazione temporanea ad altro incarico (ipotesi che non ci vede favorevoli in quanto riteniamo inutile, ancorché possibile, destinare per pochi mesi un Dirigente ad una struttura), quando sarà resa attuativa la “mobilità” in corso, ai colleghi verranno assegnati i posti risultanti ancora vacanti.
Le Segreterie SindirVVF e APVVF
ago 082014
 

Pubblichiamo i prossimi movimenti dei Dirigenti Generali, dei Dirigenti Superiori e dei primi Dirigenti (tutti con decorrenza 15 settembre) come trasmessi dagli uffici del Dipartimento nelle date 8 e 13 agosto.

Inoltre, la DCRU in data 27 agosto ha comunicato il cambio relativo all’Ing. Michele Di Tullio che prende l’incarico di Comandante di Benevento invece che quello di Dirigente di Supporto della Direzione Puglia.

La Segreteria

Movimenti dei Dirigenti Generali 8 agosto

Conferimento incarichi Dirigenti Superiori 8 agosto

Conferimento incarichi Primi Dirigenti 8 agosto

Conferimento di incarichi dirigenziali (Primi Dir. e Superiori) 13 agosto

Modifica parziale incarichi – Ing. DI TULLIO

Genera PDF pf-pdf-icon

lug 172014
 

Cari Colleghi,

come ben sapete, lo scorso 21 maggio abbiamo tenuto un incontro sulle attribuzioni delle funzioni dirigenziali, nel quale è stato concordato che:
- in breve tempo la DCRU avrebbe avviato una ricognizione, con tutte le posizioni dirigenziali rese disponibili;
- entro il mese di giugno sarebbero stati attribuiti i nuovi incarichi dirigenziali.
Il 30 maggio u.s., con nota prot. 21758, la DCRU ha emanato la circolare ricognitiva, fissando nel 13 giugno il termine ultimo per consegnare le istanze.
Da allora, nulla più ci è stato comunicato, complice anche il ritardo nella nomina del nuovo Capo del Corpo che ha un ruolo ben definito nella procedura.
Visto che è trascorso più di un mese da quando i colleghi dirigenti hanno espresso le loro aspirazioni e che il Capo dl Corpo è stato nominato, questa O.S. ha sollecitato l’Amministrazione, con la nota di sollecito, a proceder “immediatamente” con l’attribuzione degli incarichi ai dirigenti, che dovranno avere decorrenza 1° settembre 2014, riservandosi, in caso contrario, di adire nuove iniziative di protesta.

La Segreteria