ott 302013
 
in questi giorni si è riaccesa la discussione sul DM 22 ottobre 2012 (oggetto della protesta che ci ha portato allo sciopero del 21 giugno). Infatti l’Amministrazione ci ha trasmesso lo scorso 24 ottobre uno schema di revisione del decreto [Tabella allegata], chiedendo alle OO.SS. rappresentative per il comparto Direttivi e Dirigenti la formulazione di eventuali considerazioni entro il 28 ottobre.
Insieme ad APVVF, DirstatVVF, UIL PA e CGIL Dirigenti e Direttivi abbiamo immediatamente scritto una nota con la quale abbiamo chiesto, data l’importanza della questione, un incontro diretto.
Questo incontro, seppur informale, si è tenuto nella giornata di ieri. L’amministrazione era rappresentata dal Pref. Boffi, Vice Capo Dipartimento; le OO.SS. invitate a partecipare erano solo quelle che ne avevano fatta richiesta.
Le considerazioni esposte sono state prevalentemente di carattere generale e condivise dalle cinque OO.SS. Nello specifico, la proposta univoca che le OO.SS. hanno presentato al pref. Boffi è quella di stralciare completamente dal Decreto la parte inerente al Dipartimento VVF e, contemporaneamente, avviare un processo di revisione del Dipartimento nella sua totalità prendendo in considerazione tutte le posizioni dirigenziali non generali relative alle tre distinte carriere presenti, ovvero quella prefettizia, quella dei vigili del fuoco e quella dell’amministrazione civile dello Stato.
Il Pref. Boffi ha concordato con la nostra proposta e ne ha condiviso la ratio, però considera un “atto dovuto” nei confronti delle Corte dei Conti procedere con il DM per eliminare 2 posizioni dirigenziali (da viceprefetto aggiunto) per ottemperare ai dettami della Spending Review.
Ha preso, comunque, un impegno verbale di avviare quanto prima il percorso per questo tavolo congiunto fra le 3 componenti dirigenziali all’interno del Dipartimento.
In attesa di successive determinazioni, in tarda serata abbiamo trasmesso congiuntamente alla Corte dei Conti la seconda nota che trovate in allegato, per informarla sulle problematiche relative a questo sdoppiamento di decreti che, come avvenuto, comportano sovrapposizioni e duplicazioni di posti funzione, in totale difformità dalle logiche specifiche della Spending Review.
Vi terremo aggiornati sui possibili futuri sviluppi.
La Segreteria