feb 202017
 

Cari Colleghi,
negli scorsi giorni abbiamo ricevuto l’informativa, che trovate in allegato per pronto riscontro, con cui la DCRU informa che il Consiglio di Amministrazione ha approvato i criteri da utilizzare negli scrutini per merito comparativo del personale direttivo e dirigente per l’anno 2016, di fatto prorogando quelli per il trienno 2013/2015.

Ancora una volta, l’Ammistrazione non ha perso l’occasione per comportarsi scorrettamente con le OO.SS.
Infatti i criteri di valutazione sono oggetto di concertazione ai sensi del DPR 7/5/2008 art. 16 comma 2 lett. l (conferimento, mutamento e revoca degli incarichi dirigenziali, nonché le relative procedure) ed aver assunto detta decisione in maniera unilaterale è gravissimo!

Anche perchè questa O.S. non ha visto nessun motivo ostativo nel procedere con la tempestica e le procedure previste se non la solita inerzia, per non dire altro, dell’Amministrazione, soprattuto quando i provvedimenti riguardano la componente direttivi-dirigenti.
Per prevenire la quale, questa OS si era fatta promotrice, lo scorso anno con la nota che trovate pubblicata, dell’iniziativa di avviare la discussione sul tema dei criteri di valutazione, allegando una analisi dettagliata dell’attuale sistema di valutazione, in cui erano evidenziate le criticità e le carenze riscontrate, nonché alcune ipotesi di soluzioni chesarebbero potute essere perseguite nella definizione dei criteri per il nuovo triennio.
Il silenzio e le relative conseguenze sono ora sotto gli occhi di tutti, almeno di quelli che vogliono vedere.

Il Segretario Generale
Marina Malinconico

09-17 Nota sui Criteri Scrutinio 2016

Dipartimento Criteri di Scrutinio 2016

03-16 Nota 2016 Criteri Scrutini

Genera PDF pf-pdf-icon

gen 302015
 

Cari colleghi,

forse molti di voi non sono al corrente di una problematica che sta investendo i colleghi direttivi che prestano servizio nell’area romana, Comando Provinciale escluso, e che queste OO.SS. hanno affrontato e stanno cercando di risolvere.
Come noto, il D.Lgs. 217/05, all’art. 47, ha imposto come requisito per la scrutinabiltà per l’ammissione al corso dirigenziale, che il personale direttivo abbia svolto 2 anni di comando effettivo; a tal fine, sempre il 217, ma all’art. 42, imponeva che i colleghi in prima assegnazione fossero inviati presso strutture periferiche e dovessero restarci per almeno 2 anni.
Quello che è accaduto nella realtà è che, a 217 vigente, alcuni colleghi sono stati assegnati, invece, direttamente agli uffici centrali oppure altri fatti rientrare, a seguito di mobilità, ma sempre agli uffici centrali, prima del completamento dei due anni.
A nulla è valso il fatto che, in questi anni, in occasione della mobilità nazionale (ma anche una straordinaria per l’area romana), i colleghi abbiano fatta domanda di trasferimento al comando, motivandola anche con questa necessità.
Il 31/12/2014 è poi scaduta la proroga delle disposizioni transitorie di cui all’art. 168 del D.Lgs. 217
Dopo anni di silenzio, la soluzione dell’Amministrazione è quella di una “assegnazione temporanea al Comando di Roma”, in deroga alla tempistica prevista dall’art.42 del regolamento di servizio, affidando al Comandante di Roma il compito di organizzare questo contingente di circa 38 direttivi.
Dai conti fatti da queste OO.SS,  i colleghi che devono svolgere l’intero periodo dei 24 mesi, iniziando il 2 febbraio prossimo, non potranno accedere allo scrutinio assieme ai pari corso per colpe da imputarsi esclusivamente all’Amministrazione.
Abbiamo affrontato la questione andando a parlarne direttamente, esponendo tutte le problematiche su menzionate, ma ad oggi non abbiamo avuto alcun riscontro.
Quindi abbiamo inviato questa Nota (04_15), nella quale chiediamo di sospendere il provvedimento ed un incontro specifico.
Buona lettura!

04-15 Nota Requisiti Scrutinabilita Direttivi

Le Segreterie SindirVVF e APVVF
gen 122015
 

Cari Colleghi,

eccovi un Appunto predisposto dalla DCRF in merito alla tempistica (mensilità stipendiale) con la quale verranno effettivamente erogati gli adeguamenti retributivi per chi è stato promosso o ha maturato gli scatti convenzionali nel quadriennio 2011-2014.
Ovviamente, gli adeguamenti verrano erogati dalla mensilità indicata, con gli arretrati a partire dal mese di gennaio 2015.
Puoi leggere anche il post dedicato: vedi

La Segreteria

Genera PDF pf-pdf-icon

gen 022015
 

Cari colleghi,

ecco la Circolare n. 31434 della DCRF nella quale viene chiaramente spiegato quello che è accaduto in questo ultimo quadriennio in merito al blocco delle progressioni in carriera, degli scatti convenzionali e delle maggiorazioni dell’indennità di rischio e quello che cambierà dal 1° gennaio 2015.
Nelle conclusioni si legge che la DCRF avvierà nel mese di gennaio 2015 le procedure tese all’attribuzione definitiva dei completi effetti economici relativi a promozioni, scatti convenzionali e maggiorazioni dell’indennità di rischio disposte in favore del personale del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco per il quadriennio 2011-2014.
Con l’occasione porgiamo a voi tutti e alle vostre famiglie gli auguri per un sereno nuovo anno.

La Segreteria

Genera PDF pf-pdf-icon